Professione Assistente Virtuale: Intervista a Sara Leo

Tra le nuove professioni che si occupano di scrivere per il web l’assistente virtuale merita una menzione particolare.
Addio uffici, orari prestabiliti e ferie ad agosto: l’assistente personale 2.0 è freelance e lavora completamente da remoto.
Tra i tanti servizi che offre spicca il web writing, in tutte le sue accezioni. Un solo comune denominatore: scrivere per emozionare.

assistente-virtuale-freelance-Sara-Leo

Come tanti altri professionisti del web, ho conosciuto Sara attraverso il gruppo Facebook Nomadi Digitali Italiani. Si presentava agli altri iscritti dicendo che scriveva per “raccontare emozioni”. Che già era una cosa molto bella di per sé, in fondo è a questo che ho sempre pensato dovesse servire la scrittura: a dare voce alle emozioni. Brava, mi sono detta.

Poi ho scoperto un altro tassello. Sara non faceva quel che faceva come scrittrice, ma in qualità di assistente virtuale freelance.

E allora ho pensato che dovevo assolutamente intervistarla. E raccontare di tutte le particolarità di questa nuova professione e di quanto la scrittura sia il suo mezzo espressivo più potente.

 

C’era una volta…

 

… un mondo che nemmeno sapeva che potesse esistere, un’assistente virtuale, figuriamoci pensare di assumerne una. E men che meno diventarlo, scardinando i muri dell’ufficio e portando a casa il vecchio lavoro dell’assistente personale. Ovunque (e con chiunque) “casa” fosse.

Oggi quella dell’assistente virtuale è una delle professioni più intriganti e in espansione del web, esempio eclatante di come la morte delle dinamiche del lavoro tradizionale possa spogliarsi delle fattezze di una tragedia e assumere quelle di una grande opportunità.

 

Chi è l’assistente virtuale

 

L’assistente virtuale lavora da remoto ed è una delle professioni più gettonate dalle mamme freelance e dai nomadi digitali.

L’assistente virtuale è la segretaria 2.0 che affianca i professionisti e le imprese ad ampio raggio: organizzandone gli appuntamenti, curandone i profili social, occupandosi della loro comunicazione online.

L’assistente virtuale lavora da remoto e questo la rende una professione perfetta per chi ha deciso, per esigenze quotidiane o indole personale, di boicottare l’ufficio e lavorare da casa. Non c’è da stupirsi che sia al momento una delle nuove professioni del web più gettonate dalle mamme freelance e dai nomadi digitali.

 

Il web writing nella professione dell’assistente virtuale

 

Scrivere per il web è una parte fondamentale del lavoro dell’assistente virtuale. Editare testi, correggere articoli, scrivere post per social media e blog, porgere il proprio talento in qualità di Creative Writer, SEO Copywriter o Ghost Writer, sono solo alcune delle sfaccettature dei numerosi servizi di web writing che ci si può aspettare da un’assistente virtuale professionista.

Ma perché continuo a chiacchierare e non lascio la parola a chi ne sa più di me?!
È arrivato il momento di sentire cosa ha da dirci Sara.

 

18 micro domande a Sara Leo

 

1. Chi sei, cosa fai e perché lo fai.

Sono un’assistente virtuale freelance specializzata in servizi di scrittura per il web. Ho sempre la penna in mano pronta a scrivere (o la tastiera). Supporto professionisti e imprenditori del digitale per migliorarne la visibilità online, valorizzando idee e risorse per il raggiungimento dei loro obiettivi di business. 

Do valore al tempo dei miei clienti e aggiungo qualità al mio, facendo quello che mi piace davvero.

Sai perché ho scelto questa strada? Ho scoperto quanto la qualità del tempo sia un dono prezioso, così, con la mia passione, la dedizione e le competenze, do valore al tempo dei miei clienti e aggiungo qualità al mio, facendo quello che mi piace davvero.
Per fare questo ho dato vita al progetto Scrivere Digitale dove scrivere si fonde con digitale in un’era in cui per comunicare sul web in modo efficace occorre creare contenuti innovativi e capaci di conquistare il pubblico.

2. L’assistente virtuale è donna o uomo?

L’assistente virtuale è prevalentemente donna ma ho anche colleghi uomini che forniscono assistenza e supporto online in diversi settori digital.

3. Come si diventa assistente virtuale? Raccontaci la tua storia.

Sono appassionata di scrittura sin da bambina e dopo gli studi universitari in Scienze della Comunicazione ho continuato a formarmi e sperimentarmi.
Ho collaborato con redazioni giornalistiche e ho aperto il blog Adozione in corso. Ho approfondito sempre più i temi legati alla dimensione digitale: web writing, internet marketing, SEO e social network.

Quando sono diventata mamma ho maturato una scelta importante, quella di rinnovarmi professionalmente per avere più tempo di qualità per la mia vita privata.

Nel frattempo lavoravo come dipendente nel Customer Care di una grande multinazionale nel settore Telecomunicazioni, dove mi sono occupata di assistenza clienti a 360°, di formazione e coaching.

Poi, quando sono diventata mamma, ho maturato una scelta importante, quella di rinnovarmi professionalmente per avere più tempo di qualità per la mia vita privata e per quello che davvero mi piaceva fare: scrivere, appunto.

Avevo letto molti articoli sulle professioni del digitale e uno in particolare, che mi aveva segnalato un mio caro amico. Si trattava di un articolo di Mary Tomasso, pubblicato sul sito Nomadi Digitali, in cui parlava dell’assistenza virtuale e del primo corso in italiano per VA (Virtual Assistant). Ho approfondito, guardando video e setacciando il web per trovare tutto ciò che potevo sull’argomento. Poi ho deciso di fare il corso e ho preso la certificazione.

Ho continuato a formarmi anche dopo e lo faccio tuttora perché per poter fornire competenze specializzate occorre essere sempre aggiornati.

Ho deciso quasi subito di sviluppare la mia attività sui servizi di scrittura per il web. Ho iniziato a collaborare con una Web Agency e poi a piccoli passi a prendere i primi lavori come freelance.
Poi, la nascita del progetto Scrivere Digitale.

scrivere-digitale-assistente-virtuale

4. Chi sono i tuoi clienti?

I miei clienti sono professionisti e imprenditori che vogliono creare o migliorare la loro visibilità online.

5. Che ruolo ha la scrittura nel tuo lavoro?

Al momento ricopre l’80% di quello che faccio.

6. Quali sono i servizi di web writing che “vendi” di più?

  • Redazione e revisione testi per siti web.
  • Redazione articoli specialistici per blog aziendali.
  • Redazione schede prodotto per siti e-commerce.

7. Quanto spesso ti capita di scrivere per i tuoi clienti in qualità di ghostwriter?

 La mia esperienza come ghostwriter è pari al 50% dei progetti seguiti fino a oggi.

8. Che importanza ha la SEO nei servizi di scrittura che offri?

Nei servizi di scrittura per il web la SEO ha un ruolo fondamentale.

Nei servizi di scrittura per il web la SEO ha un ruolo fondamentale. Si scrive per l’utente, per rispondere alle sue esigenze e ai sui bisogni, per fornirgli soluzioni e con la giusta attenzione alla visibilità sui motori di ricerca.

9. E la conoscenza dei social?

La conoscenza dei social media e la loro gestione è importante sia per la promozione del proprio business online, sia per conoscere e intercettare gli interessi degli utenti. Personalmente utilizzo alcuni social anche come luogo d’incontro della domanda e dell’offerta.

Per quanto riguarda i clienti che seguo, è importante creare contenuti originali e coerenti rispetto a tutta la strategia, per esempio curando il copy dei post in funzione degli obiettivi.
È bene ricordare che sui social è bene esserci, ma non dove capita: è importante essere sui social giusti per il proprio business.

10. Raccontami gli step fondamentali del tuo “lavoro tipo”.

Solitamente dopo un primo scambio di email con il cliente ci accordiamo per una chiacchierata via Skype durante la quale ascolto le sue esigenze e andiamo a concordare i dettagli dell’attività.

Prendendo come esempio l’attività di redazione di articoli specialistici, chiedo al cliente informazioni circa gli obiettivi e la strategia per potere operare con coerenza ed efficacia.

Per gli aspetti pratici, tra le mie richieste ci sono il materiale per la redazione del testo, le foto da inserire, se vuole lavorare su delle keyword particolari e se sì se queste mi verranno fornite o se preferisce delegare anche questa parte del lavoro.

Inoltre, chiedo se esiste già un calendario editoriale o se preferisce che ci lavoriamo insieme.

Qualsiasi attività che mi viene delegata viene svolta attraverso strumenti messi a disposizione dal web, consentendomi di occuparmi sia di attività più strategiche che di quelle più operative.

keyword-assistente-virtuale

11. Hai dei collaboratori?

Lavoro come freelance e per alcuni progetti ho collaborato con altri professionisti del digitale per servizi di cui non mi occupo direttamente.

12. Svolgi il tuo lavoro completamente da remoto?

 Sì!

13. Quanto guadagna un’assistente virtuale?

Non ho un tariffario fisso, valuto singolarmente ogni progetto studiando una soluzione personalizzata in base alle attività richieste.

14. Come sei inquadrata fiscalmente?

Partita IVA, regime forfettario.

15. Le 3 qualità fondamentali di un bravo web writer…

  • Ha passione per la scrittura e conosce le sue regole.
  • Sa scrivere in modo semplice e chiaro.
  • È curioso/a e ha capacità creative.

16 … e quelle di una brava assistente virtuale

  1. Ha capacità organizzative. 

    Le 3 qualità fondamentali di una brava assistente virtuale: 1. Ha capacità organizzative. 2. Si forma costantemente. 3. È multicompetente

  2. Si forma costantemente.
  3. È multicompetente.

17. 3 consigli per chi vuole diventare assistente virtuale

  1. Rispondere alle domande: “Cosa ti piace fare?” e “Qual è la tua esperienza?”
  2. Informarsi sulla professione dell’assistente virtuale in tutti i suoi aspetti, sia quelli tecnici che burocratici.
  3. Definire la nicchia a cui rivolgersi e i servizi da offrire per potere avviare il progetto di business e quindi anche il proprio piano di comunicazione online.

18. 3 risorse cartacee o online che consiglieresti a un aspirante assistente virtuale 

Te ne do 4:

  • Assistenti virtuali (sito web)
  • Nomadi digitali (sito web)
  • Il mestiere di scrivere, di Luisa Carrada (libro)
  • SEO e SEM. Guida avanzata al web marketing, di Marco Maltraversi (libro)

 

Per conoscere di più Sara e i suoi progetti:
www.scriveredigitale.com

Per contattarla:
sara.leo@scriveredigitale.com

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.